Pagina:Raccolta universale delle opere di Giorgio Baffo 1.djvu/301

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.



Quel vaso la m'hà dà, che in tel armer
    Ella s'aveva sconto, come hò dito,
    75E allora hò tornà a far el mio mestier.

De negoziar m'hò messo più in petito,
    E in tempo, che mi fava poco, o gnente;
    78Xe andà avanti el negozio assae pulito;

M'hò messo a star in casa allegramente,
    E se mi negoziava per Levante,
    81Adesso anca negozio per Ponente.

La mia compagna xe fida, e costante,
    E perchè'l mio negozio vada ben,
    84La m'hà dà le so zogie tutte quante;
    E quà finisso, e v'auguro ogni ben.

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Raccolta_universale_delle_opere_di_Giorgio_Baffo_1.djvu/301&oldid=64474"