Pagina:Raccolta universale delle opere di Giorgio Baffo 1.djvu/276

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


L'AUTORE VORRIA FOTTER UNA VERGINE


SONETTO


Vorrave cavalcar, ma poffar Bacco
    Comprar vorrìa 'na brava Cavallina,
    Che cavalcasse ben sera, e mattina,
    4E cavalcarla sina, che son stracco.

Comprar mi no vorrave gatti in sacco;
    Mi vorrìa una cavalla fantolina,
    Che la fusse una bella pulierina,
    8Che a tutte quante l'altre dasse smacco:

No vorrìa, che gnessun l'avesse usada
    A tior in bocca 'l morso, nè vorrìa,
    11Che gnessun mai 'l'avesse doperada;

Cussì de gusto mi cavalcheria,
    Che tior una cavalla buzarada
    14Mal se cavalca, e i bezzi se trà via.

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Raccolta_universale_delle_opere_di_Giorgio_Baffo_1.djvu/276&oldid=60382"