Pagina:Raccolta universale delle opere di Giorgio Baffo 1.djvu/144

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


A 'NA BELLA DONNA LONTANA


SONETTO


Oh! Bella figurina, che lontana
    Tanto ti me fà voggia, e ti me piasi,
    O fussistù muggier d'un Pappatasi,
    4O che almanco ti fussi una puttana,

Che ti vorrìa mandar el battilana
    A dirte, che vorrìa darte dei basi,
    E che te chiavarave in tutti i casi
    8Anca, se no ti fussi troppo sana;

Ma mi no sò de ti cosa pensar,
    No sò, se ti sia putta, o maridada;
    11Se ti laori, o ti te fà laorar.

Ti sarà qualche cazza riservada,
    E no te poderò gnanca parlar,
    14Che sò la mia fortuna buzarada.

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Raccolta_universale_delle_opere_di_Giorgio_Baffo_1.djvu/144&oldid=60293"