Pagina:Pronostici e versi di Camillo Nalin 3.djvu/328

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


Co l'armata,
Che tra cavali e fanti
495Gera cinquantamile e no sò quanti;
No la bataglia classica de Cane,
Indove che de Anibale i guerieri
I ga fato de l'aquile romane
Quel che fa dei polastri i galineri;
500No la spietata soto Salamina,
Nela qual Serse e tuta la so armata
Da Temistocle grego, testa fina,
Ze sta magnà in salata;
Quela che Tamerlan
505A colpi de atagan,
Montà in furori,
Ga tagià suso a fete
El fiero Baiasete
E sucessori;
510Quela su l'Elesponto
Nela qual Ibrain
Do zorni ze stà sconto
In t'un camin
De queli de cosina,
515Da dove una matina
Abasso l'è cascà,
Se la storia ze esata,
Dal fumo sofegà,
Drento in pignata
520Con un spavento estremo