Pagina:Pronostici e versi di Camillo Nalin 3.djvu/241

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.



Me farò obligo
De gran secreto,
Sia del to biasimo,
132Sia del to afeto;

Solo rifleterte
Me sia permesso,
Che crudelissimo
136Oltre l'ecesso,

Anzi che barbaro
Ghe vol un cuor
Per no concederghe
140Premio a l'amor.

Cara, perdonime
Sto mio trasporto,
Soleva un misero
144Senza conforto,

Pensa che merita
Ben compassion
La severissima
148Mia situazion,

Che ze tiranide
Co se ricusa
Socorso a un povero
152Cuor che se brusa,

Che 'l ciel dei miseri
Fa la vendeta,
Quando el colpevole
156Manco l'aspeta,

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Pronostici_e_versi_di_Camillo_Nalin_3.djvu/241&oldid=64255"