Pagina:Poesie veronesi (Giovanni Ceriotto).djvu/60

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


Un baso



     Ghe l'ò dà su la boca così forte,
che 'l so bel coresin g'ò desmissià,
e i ansoleti in siel1 da le so porte
4i avarà dito: «Done, cosa è sta?»

     Cosa è sta, cosa è sta!... che par quel baso,
l'à fato el muso e la m'à dito su:
ma mi l'ò vista o l'ò capì dal naso,
8che quel bochin el de voleva du!

  1. siel: cielo