Pagina:I monumenti più antichi del dialetto di Chioggia.djvu/49

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.



1492 adi 25 April


Ancora è sta presa questa parte, che nessun lavorente nè maistro de l'arte dela chalegaria in questa scuola, s'el non haverà le do parte deli fradeli de sì, non rimagna: et chaso che el romagna, paga ala scuola soldi quaranta per intrada.

Ancora è sta presa quest'altra parte, che nissun non possa far botega nè levar botega del dito mestier, s'el maistro non paga ala dita scuola per levar la botega ducati 130 do. Al chapitolo fradeli tredese; et do de no.


1514 adi 25 April


Anchora l'è stato preso per parte, che da mo indiedro chadauno fradello de questa nostra scuola dieba ogni ano nel zorno dela festa de misier san Marco, nostro protector, tuor dala scuola nostra predicta uno1 pan et una candella et pagar soldi quatro per cadauno fradello.

Anchora azò che questa nostra scuola, la qual è impotente et ha bisogno non puocho de aiuto, se possa cum lo poder et aiuto deli sui membri, che siamo nui fradelli, subvegnir nele sue occorente necessità et bisogni, l'è stato preso per parte, che tuti li maistri de botega che sono al presente o che sono stati per lo passato et per lo avegnir vorano far botega, che cadauno, che al presente è maistro di botega, dieba pagar lire tre de piccoli; et simelmente

  1. In luogo di uno nel Codice si legge so no.
Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:I_monumenti_più_antichi_del_dialetto_di_Chioggia.djvu/49&oldid=62579"