Pagina:I monumenti più antichi del dialetto di Chioggia.djvu/48

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


quel lavorente di oto, da può che quel maistro averà dito: truovate iuviamento; e cussì lo lavorente debia far asaver alo maistro digando: io non voio più lavorar con ti, truovate; e quel lavorente sia tegnudo de lavorar oto di con quel maistro, e ch'el maistro che dia da lavorar a quel lavorente non debia dar lavorieri a quel . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

Anchora volemo che ogni anno el dì de misier sen Marcho d'aprile, (che) el sia leta la mariegola a tuti i fradelli e a quelli che intrerà in la dita scuola, perchè quando nesun non obedise le dite condition, che i non ebia scuxa de dir: io non voio eser descaçudo, chè io non lo saveva.

Anchora volemo che da qui innanci, (che) chadaun fradello, che sia dela scola, sia tegnudi de esser al vespero dela viçilia e ala messa granda del çorno de san Marcho de aprile sotto pena de soldi quatro per cadauna fiada, salvo iusto impedimento; il qual impedimento debia eser chiarido per li gastaldi che se troverà per li tempi, over per lo capitolo dela scola; la parte sottoscritta fo de si XIIII e de no nulla.

Ancora volemo che da qui innanci, (che) cadaun fradel sia tegnudo, quando mancarà alcuno fradello1, a compagnarlo ala sepultura sotto pena de soldi sie per cadauna fiada, salvo iusto impedimento; el qual impedimento die esser chiarito chomo è dicto de sopra; la parte sottoscrita2 fo de si XIIII e de no fo nulla.

  1. A questo punto furono omesse, perchè pura ripetizione, le parole: che çaschaduno debia esser... ecc.
  2. Nel Codice si legge «soprascrita».