Pagina:Delli componimenti diversi di Carlo Goldoni 1.djvu/225

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.



7Flavia. L'Istoria de Moisè sul Monte Santo
     L'ho sentia tante volte a predicar,
     E la xe bella, e la me piase tanto,
     Che gh'ho gusto a sentirmela a contar.
Graziosa. Venezia, che in sto Mondo ha fama e vanto,
     (L'Anzolo dise) No se pol chiamar
     Terra promessa, in paragon di quella,
     Che ve aspetta nel Ciel Città più bella.

          8Moisè per pena della scarsa fede,
     Perchè do volte l'ha battù la Piera,
     Sotto i so occhi Palestina el vede,
     E al Paese promesso andar nol spera.
     Ma Dio, che tutto fa, tutto provvede,
     Dona a Moisè felicità più vera,
     Premio delle fadighe, e del so zelo:
     La so terra promessa el trova in Cielo.

9Flavia. Questo me par a mì senso uniforme
     Alle parole delle Sacre Carte.
Graziosa. L'Anzolo a ste Damine in cento forme
     Gh'ha scoverto Venezia in ogni parte,
     Disendoghe: Vardè quelli, che dorme
     In 1 Ninzioli de renso in auree porte,
     Fursi ve parerà, che i sia contenti,
     Ma i nutrisse nel cuor mille tormenti.

          10Quei scrigni d'oro, e quelle ricche zoggie,
     Quei abiti superbi recamai
     No basta miga a saziar le voggie,
     Che chi ghe n'ha, no se contenta mai.
     Xe causa l'ambizion de mille doggie,
     Xe dall'invidia i animi occupai.
Flavia. Bisogna confessar donca, sorella,
     Che la Terra promessa no xe quella.

11Graziosa. El ghe seguita a dir: Vardè quei tali,
     Che passa el tempo alle conversazion.
     Vardè quei Zoghi, vardè là quei bali,
     Vardè là quella piazza, e quel liston 2
     Vardè el magnar, che causa tanti mali,
     Dove che se consuma el meggio e el bon!
     Quanto più alla salute è confacente,
     No l'avaro dezun, ma el sofferente.

  1. Lenzuola di rensa.
  2. Passeggio delle Maschere in Piazza San Marco.
Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Delli_componimenti_diversi_di_Carlo_Goldoni_1.djvu/225&oldid=62336"