Pagina:Delli componimenti diversi di Carlo Goldoni 1.djvu/207

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.



60Son stà omo de Mondo in zoventù,
     Ma ho sempre odià ste vecchie malandrine,
     Certe 1 botte candiotte ho cognossù
     Mare de cantatrice, e Ballarine,
     Che giera in fatti fiori de virtù
     Per arlevar le putte innocentine;
     Co vedo de ste cosse, no gh'è caso,
     Se i me cuse la bocca, mì no taso.

61Tanto giusto, che digo ste parole,
     Passa le porte, e va de là el Burchiello.
     Saltemo in barca a forza de capriole,
     Chi mette zo la spada, e chi el cappello.
     2 Tutti se senta, e 3 senza andar per viole
     Torno al primo discorso, e digo quello,
     Che sentirà, se gh'averè pazienza,
     Che fenissa de dir, de so Zellenza.

62Del Novizzo, Signori, ho za parlà;
     Adesso de la Casa ho da parlar,
     Che per onori, e per antichità
     No ghe xe chi la possa superar.
     Za do secoli in ponto, tutti sa,
     Che s'ha visto do Dosi a incoronar;
     Un Lorenzo Priuli, e drio de quello
     Gerolemo Priuli so fradello.

63E 'l terzo Dose, nell'età passada,
     Un Antonio xe stà, Procurator,
     Che giera prima General d'Armada,
     Che s'ha fatto in Dalmazia tanto onor.
     E de 4 Veste e de 5 Stole in sta Casada 6
     Tante ghe ne xe sta, che saria un tor
     I pesci a numerar della laguna
     Volendole contar una per una.

  1. Botte candiotte si dice a certe persone picciole, e grosse, come d'ordinario si vedono certe Madri di Virtuose.
  2. Tutti si mettono a sedere.
  3. Andar per viole è una frase burlesca, che significa, senza andar per le lunghe.
  4. S'intende delle Toghe, che chiamansi Vesti segnate, che distinguono le dignità.
  5. La Stola d'oro è il segno, che distingue l'ordine primario de' Cavalieri della Serenissima Repubblica.
  6. Casato.
Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Delli_componimenti_diversi_di_Carlo_Goldoni_1.djvu/207&oldid=62329"