Pagina:Delli componimenti diversi di Carlo Goldoni 1.djvu/206

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.



56Eh la poderà far la parte mia:
     Dise la Dama, che a servirla aspira...
     Mola 1 el cao, mola el cao, sento che i cria;
     Vardo per un balcon, semo alla Mira. 2
     Tutti se leva su, tutti va via,
     Finchè 3 passa el Burchiello, i se ritira.
     Tutti me dise: torneremo presto,
     E conterè de sti novizzi el resto.

57Sì ben (rispondo mì) ché ghe xe ancora
     Molto da dir, e molto da contar.
     Togo spada, e baston, e sbalzo fora,
     Un certo bisognetto a destrigar.
     Me se 4 caluma drio quella Signora,
     Che vesina de mì soleva star.
     Ghe dago man, fin che la fa i scalini,
     E ghe pago una resta de Pappini. 5

58Xe restà in barca quelle do sorelle
     Co la mare, e 'l moroso in compagnia,
     No le vedeva l'ora, 6 frasconzelle,
     Che tutti dal Burchiello andasse via.
     La mare, che pareva una de quelle,
     Che tegnisse le putte in zelosia,
     Per quel, che i Barcarioli m'ha contà,
     A dormir 7 in canton la s'ha conzà.

59Vu me dirè: cossa t'importa a tì
     Della Mare, che dorme, e de so fie?
     Certo, che no m'importa, ma... cussì
     Le me fa rabbia ste vecchiazze arpie.
     Compatisso le zovene anca mì,
     Le gha paura de far le scarpie 8,
     Ma ste vecchie no posso sopportar;
     E se podesse, le faria frustar.

  1. Molar el cao. Frase Marinareccia Veneziana, con cui si ordina a chi regge la corda, di rallentarla, acciò più non tiri il Cavallo, ed il Burchiello possa accostarsi a terra, o passare i sostegni.
  2. Villaggio delizioso sulla Brenta.
  3. Finchè il Burchiello passa il sostegno.
  4. Mi vien dietro, detto facetamente.
  5. Ciambelle.
  6. Scioccarelle.
  7. Si è messa a dormire in un canto.
  8. Le ragnatelle.
Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Delli_componimenti_diversi_di_Carlo_Goldoni_1.djvu/206&oldid=62328"