Pagina:Collezione delle migliori opere scritte in dialetto veneziano 7.djvu/78

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


LA MISERA CONDIZIONE DELL'UOMO


Chi podesse pesar su la balanza
     Tuti i afeti umani e le passion,
     E tegnir una esata anotazion
     4De i gradi de dolor e d'esultanza,

Vederàve che sempre i primi avanza
     In peso, in forma e in continuazion;
     E che pesa del mal più l'opinion
     8De quelo che ogni ben pesa in sostanza

Se, per esempio, ve sovrasta un dano
     Che realizà ve riduràve a morte,
     11Ma che se sfanta e rende el timor vano,

L'è un gran piacer, xe vero, una gran sorte,
     Ma col confronto del soferto afano
     14No gh'è comparazion, xe el mal più forte.

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Collezione_delle_migliori_opere_scritte_in_dialetto_veneziano_7.djvu/78&oldid=59811"