Pagina:Collezione delle migliori opere scritte in dialetto veneziano 7.djvu/76

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


CONTRO UN UOMO DI TESTA MOLTO GROSSA E TONDA


IL SOGNO


Sogno curioso, ti xe tanto belo
     Che te voi far saver a tuto el mondo!
     No gh'è poeta, no ghe xe penelo
     4Che scriva, o che depenza el to segondo!

Quel che ne passa el dì per el cervelo
     De ben, de mal, de tristo e de giocondo
     Se lo sognemo che nol par più quelo,
     8Ma co'l se cerca el se ghe trova in fondo.

Sentìme, e capirè dal sogno mio
     Se son d'arente al vero, o se lontan.
     11Gera Vicenzo avanti e mi da drio;

Coro, lo avanzo, e po dopo pian pian
     Lo chiapo per el muso; el ciga, oh Dio!
     14Me desmissio, e me trovo el culo in man.

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Collezione_delle_migliori_opere_scritte_in_dialetto_veneziano_7.djvu/76&oldid=62240"