Pagina:Collezione delle migliori opere scritte in dialetto veneziano 4.djvu/111

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


XCIX


Che i to Cavei m'à incaenà su, e ben streto,
     Ti 'l conossi anca ti, per questo nua
     De compassion, per quanto pena e sua,
     4De bagolo te servo e de zogheto.

Ma el tempo che a nissun porta respeto,
     Passa, e passando tuto el scambia e 'l mua,
     E ti te vedarà tuta canua
     8Deventar presto a marzo to despeto.

Umile e mansueta alora ti
     Ti vegnarà a cercar quela pietà
     11Che adesso cerco, e ti ti nieghi a mi;

E mi superbo e altiero te dirò,
     Senza gnanca vardarte: Xe passà
     14Quel tempo Enea che Dido a te pensò.