Pagina:Collezione delle migliori opere scritte in dialetto veneziano 12.djvu/52

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


XIV. Le Donne


Chi de le nostre Done dise mal
     El comete un eror molto bestial.
Se 'l Cielo è vago per le vive Stele,
     Lo xe anca el mondo per le Done bele.


XV. Il Vestito immodesto


Quando una casa coverta no xe,
     La mostra de poder star poco in piè.
Cussì la Dona che scoverta vada
     Par che la vogia far qualche cascada.


XVI. L'Imprudenza punita


Una Dona burlava un certo Puto
     Che gera moro: Ti è un gran corvo bruto!
E questo che xe qua placidamente
     Gh'à risposto cussì a sta imprudente:
I corvi core drio a ogni carogna;
     Che ve vardè da mì donca bisogna.

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Collezione_delle_migliori_opere_scritte_in_dialetto_veneziano_12.djvu/52&oldid=69716"