Pagina:Collezione delle migliori opere scritte in dialetto veneziano 11.djvu/24

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


SULLE REGOLAZIONI DELLE FRATERIE


SONETTO


Co i fioli de Giacobe, el seme eleto,
    In la Tera i xe entrai de promission,
    Alora Giosuè la soa porzion
    4A ognun el ga assegnà su quel distreto.

El solo Levi, per Divin preceto,
    No l'è sta amesso in quela division,
    Perchè lu (scomenzando insin da Aron)
    8Al sacro Ministero el gera eleto.

Quanto a Levi, el Signor à comandà,
    Che 'l Sacerdozio viva de l'Altar
    11Za che a servir l'Altar l'è stà chiamà.

Levi mo ancuo più no volendo star
    A quela lege che 'l Signor ga dà,
    14I so fradeli el gera drio a spogiar;
                                E se Dio, che sa far,
    Qua no mandava quatro Giosuè
    17In tuto lu dirave: Ora pro me.

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Collezione_delle_migliori_opere_scritte_in_dialetto_veneziano_11.djvu/24&oldid=69631"