Pagina:Collezione delle migliori opere scritte in dialetto veneziano 10.djvu/75

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
100 percent.svg
Sta pagina la xe stà trascrita e rileta.


     Per comentar parola per parola;
     39Che co andassimo drio de sta cariera
Non basteràve una zornada sola.
     Con pochissime cose mi me sbrigo,
     42E le parole mi ve fermo in gola.
Sentìme ben come che mi v’intrigo:
     Fra sta gran quantità che avè compresa
     45Vorìa che me disessi, caro amigo,
Dove che interpretada, e non intesa
     Sia a modo vostro la publica mente
     48Su sta materia lunga e sì contesa;
E se se possa intender schietamente
     Restrizion, sopression, e sora tuto
     51Se sia stà decretà sovranamente
Che i Frati s’abia da spogiar de tuto,
     E che privai i sia de quei possessi
     54Che sin ora in sto Stato è stai per tuto
El corso de più secoli concessi,
     Riconossudi e confermadi, o sia
     57Da più Decreti chiaramente espressi
Del Consegio e Senato; questi in via
     Deliberativa, queli in Statutaria,
     60E in Giudiziaria da la Quarantìa.
Sto scritor el se dà tanta gran aria
     D’interpretar el spirito e la forza
     63De le Legi; ma, per Dio, el savaria!
Le senta come qua me se rinforza
     Sto ponto che mi trato de converso;