Pagina:Assedio de Venezia.djvu/69

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.



LXI.


E le canzon?.. Ah, le canzon de alora
Le gaveva l'eletrico de drento
Che ne meteva in corpo un gas, che ancora
Per el sangue e nel cuor mi me lo sento.

Ah, quela là che grissoli: Va fora
D'Italia.. — e st'altra de Radeschi e çento
Altre de bele.... e quele: — È giunta l'ora...
Col verde, il bianco e il rosso... ah, che farmento!

E Co la pele dei Croati e st'altri
Ini... quel là de Dio lo vol... La scota
Ancora questa: Fuoco sopra fuoco...

Vedè.... quel tempo l'è passà da un toco,
Ma mi.... no so'... Cossa canteu vualtri?...
Apena la canzon de la Gigiota!!..

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Assedio_de_Venezia.djvu/69&oldid=61844"