Navigatio Sancti Brendani/12

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT
75%.svg
Qualità del testo: sto testo el xe conpleto, ma el gà ancora da vegner rileto.
Navigatio Sancti Brendani
(versione veneta)
XII
traduzion in volgare veneto del '400 del Manoscritto d'Alençon, testo latin del X-XI secolo
XV secolo
←  XI Edission e fonte ▼ XIII  →
Hic venit procurator ad fratres cum nave plena ad potum et cibum

E cusì san Brandan defina la otava de Pasqua pasiè li so' frari, e siando pasado tuti li dì de la Pasqua, elo dise cusì: "Tolemo de questa fontana le spensarie, avegna ch'ela non sia defina mo' se no per lavar le man e i piè".

E abiando cusì dito, eli sovravene lo bon omo che fo da eli l'oltra fiada ananti Pasqua, lo qual li de' la pastura, e vene da eli con una nave plena de cose da viver per manzar e per ber, e abiando vuda la so nave, elo sì parlà a l'abado e a li altri frari, cusì digando: "O frari mie', vui avé ancuomè sofizientemente fin Pasqua de Pentecoste da viver; onde non bevé de questa fontana, perch'ela è tropo forte da bever, e diròve la so natura. Sapié, chi ne beve elo li vien de boto uno sono sì forte, ch'elo dorme uno dì e una note, ch'è spazio de xxiiii ore, onde la late è questa virtù dentro da la fontana, e de fuora si è aqua e non late, anche ela si è cusì blanca".

E abiando cusì dito, elo tolse conbiado e la benedizion de li frari e andà via; e san Brandan romase in quelo luogo defina l'otava de Pentecoste. E in lo dì de Pasqua lo abado cantà mesa con tuti li altri e puo' vene lo procurador de li puoveri de Cristo e duseli quele cose che li aveva besogno per la festa e per molti dì dapuò e, manzando eli, questo bon omo li parlà e dise cusì: "A vui, servi de Dio, sì besogna a far un gran viazo, e perzò io ve conseio che vui inplé tuti li vostri vosieli de l'aqua de questo flume e porté con vui de lo pan seco quanto vui podé portar e salvélo per uno altro ano; e io ve ne darò quanto la vostra nave porà portar e tegnir".

E abiando cusì dito, quelo tornà indriedo e sì li aduse lo pan biscoto, lo qual elo li aveva inpromeso. E siando pasado li oto dì, eli inplì li vosieli d'aqua e andè via.

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Navigatio_Sancti_Brendani/12&oldid=42484"