Giove gaveva fatto sotto i brazzi

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT
75%.svg
Qualità del testo: sto testo el xe conpleto, ma el gà ancora da vegner rileto.
[p. 187 modifica]
GIOVE CANGIA LIOGO ALLA MONA.


SONETTO


Giove gaveva fatto sotto i brazzi
    Alle Donne la Mona per pissar,
    E questo xe, ch'ai fioli i suol contar,
    4Che per de là le fà fuora i ragazzi.

Le Donne un dì gà fatto dei schiamazzi,
    Acciò Giove s'avesse da cambiar,
    E 'l gavesse la Mona da portar
    8Visina più, che 'l puol, ai so Culazzi.

I Culi allora hà fatto una rovina,
    Co dir, che lori spuzza, come và,
    11Senza d'aver la Mona anca visina.

La Mona, perchè i tasa, s'hà impegnà
    De darghe del so bruò, co la cusina,
    14E co sto patto i Culi s'hà quietà,

                        Perchè i hà considerà,
Che a goder no sarà la Mona sola,
    Ma i goderà anca lori de briccola.

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Giove_gaveva_fatto_sotto_i_brazzi&oldid=43793"