Pagina:Trieste vernacola.djvu/189

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
100 percent.svg
Sta pagina la xe stà trascrita e rileta.



Gavè sintì la vose dela guera
Ne l'aria freda e cupa rimbombar
E la strazza del'Austria giala e nera
Dal balcon del Palazzo sventolar,

Po tuto in tun1 el grande cambiamento
Spetado tanto tempo alfin vignù,
E i soldai nostri santi e benedeti
Che qua a San Giusto xe vignudi su.

Colombe bianche, negre e zenerine
Che svolè2 in alto per de qua e de là,
Ben capì quel che pensa e quel che dise
In sto momento tuta la cità.



Fine
  1. tuto in tun, improvvisamente
  2. che svolè, che volate.