Pagina:Serie degli scritti impressi in dialetto veneziano.djvu/47

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
100 percent.svg
Sta pagina la xe stà trascrita e rileta.



3. Fra Mauro Camaldolese, il Mappamondo descritto verso il 1460.

Nella Descrizione ed Illustrazione ec. di don Placido Zurla Venezia, 1806, in 4.to, si leggono molti squarci di questo celebre Mappamondo scritti in un linguaggio che più s'avvicina al vernacolo veneziano di quello che sia alla corretta lingua italiana. La Rubrica del medesimo intorno all'attrazione, ch'è intitolata: Rubrica che dechiara come per la uirtù atratiua de la Luna le aque cresce e decresce, trovasi pubblicata anche nelle Memorie di Stor. Letterar. sopraccitate, Vol 7. c. 56, ed io rammento questa edizione poichè ivi è essa Rubrica copiata dalla Mappa suddetta, e con varie lezioni talvolta migliori di quelle che stanno nella surriferita edizione dell'anno 1806.


4. Statuti de Venesia facti per li incliti et serenissimi duxi de la dieta Cita ec. Stampadi in Venesia per Magistro philipo de piero adi XXIII de aprile MCCCCLXXVII. In foglio.

Prima Edizione, in cui si avverte nel Proemio, che furono questi Statuti cum

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Serie_degli_scritti_impressi_in_dialetto_veneziano.djvu/47&oldid=65255"