Pagina:Serie degli scritti impressi in dialetto veneziano.djvu/178

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


quell'incivilimento in che salgono ogni dì più tutte le classi della società.

Oltre alle opere poetiche de suddetti Scrittori, non riescirà scarso il Catalogo di altre che in poco più della quarta parte del presente secolo si videro consegnate alla luce. Non individuerò qui i nomi degli Autori loro, sapendo bene che ognuno di essi ha il sentire sì delicato, il giudizio sì giusto da cedere spontaneo la poetica palma all'estro d'un Gritti, d'un Lamberti, d'un Buratti; registrerò bensì a suo luogo le poesie loro, delle quali anzi ho procurato di essere raccoglitore più minuzioso del solito; e se venisse ad assalirmi il rimprovero di avere fatto qualche ommissione, questa non proverrà al certo che dalla natura di un lavoro in cui non si può raggiugnere la perfezione.

Starà al fine il registro di due Vocabolarj del Dialetto veneziano,

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Serie_degli_scritti_impressi_in_dialetto_veneziano.djvu/178&oldid=66249"