Pagina:Serie degli scritti impressi in dialetto veneziano.djvu/11

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
100 percent.svg
Sta pagina la xe stà trascrita e rileta.


ISCRIZIONI

Non poche sono le Iscrizioni tanto sepolcrali che d'altra spezie, che ne' secoli XIII a XV si scolpirono e si esposero alla pubblica vista in Venezia, dettate in rozzo italiano, o nel Dialetto nazionale. Dodici qui ne riporto che si trovano illustrate in varie opere pubblicate dai chiarissimi can. Gio. Antonio Moschini, ab. Pietro Bettio Bibliotecario della Marciana, e da Emmanuele Cicogna nella elaboratissima sua Opera delle Iscrizioni Veneziane. Sono tutte oggidì esistenti, eccettuate le III, VIII, e XI.

I.
* L OM PO FAR E DIE IN PENSAR
E VEGA QVELO CHE LI PO INCHONTRAR

Leggesi scolpita in marmo con caratteri gotici nella base della facciata della Basilica di S. Marco presso alla porta del Palazzo Ducale, così detta della Carta. Il

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Serie_degli_scritti_impressi_in_dialetto_veneziano.djvu/11&oldid=65178"