Pagina:Scherzi poetici di vari celebri autori italiani e veneziani.djvu/112

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


     Ma descostandose
Dal mondo semplice
Sta relazion,
Complicatissima
E in ragion centupla,
Nasce l'union.
     Perchè nei esseri
Che una sensibile
Vita contien,
Tanto el s'imaschera
Che un vero Proteo
L'amor divien.
     Per questo replico,
Nina adorabile,
Senza rossor,
Che indefinibile
Ne l'uman genere
Trovo l'amor.
     Perchè sto diavolo
Lo trovo un piavolo,
Lo trovo un cavolo;
Perchè l'è un bocolo,
Perchè l'è un brocolo,
Perchè l'è un mocolo;

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Scherzi_poetici_di_vari_celebri_autori_italiani_e_veneziani.djvu/112&oldid=66379"