Pagina:Raccolta universale delle opere di Giorgio Baffo 4.djvu/98

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


RISPOSTA.


SONETTO


Che quelle tante gran composizion,
    Ch'in lode della Mona mi gò fato,
    Che le xe andae per tutto quanto 'l Stato
    4Dal Mezzodì sino al Settentrion;

Che hà tegnù allegre le conversazion,
    Ch'hà piaso al visdecazzo, e al letterato,
    Che delle Tole le xe stae quel piato,
    8Che più de tutti hà dà soddisfazion;

Che queste solamente sìa in desdita
    Del Bettinelli, e che 'l me le sbuffona,
    11No stupisso, perchè l'è un Gesuita.

Lo sò anca mi, che no puol parer bona
    A un Frate, ch'è de razza sodomita,
    14La poesìa, ch'invida a andar in Mona.

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Raccolta_universale_delle_opere_di_Giorgio_Baffo_4.djvu/98&oldid=60997"