Pagina:Raccolta universale delle opere di Giorgio Baffo 4.djvu/210

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


REMEDIO PER RITROVAR I FRATI.


SONETTO


Amici, ve domando perdonanza,
    Se ve dago una niova poco bona,
    No se sona più Vespero, nè Nona,
    4Che tutti i Frati hà barattà l'usanza.

Saver dove, ch'i sìa, no ghè speranza,
    Ma me dise per certo una persona,
    Che 'l sà sicuro, ch'ogni buzarona
    8Un se n'hà sconto in fondo della panza.

Xe stà dà un ricordo, acciò che tutti
    No pensasse ste sporche soffegarli,
    11D'averli per la gola dei persutti;

Onde i Padri Guardiani per trovarli
    I hà risolto de far, che alquanti Putti
    14A Culo nuo i vaga a ricercarli.

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Raccolta_universale_delle_opere_di_Giorgio_Baffo_4.djvu/210&oldid=60883"