Pagina:Raccolta universale delle opere di Giorgio Baffo 3.djvu/37

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


RISPOSTA D'UN AMANTE.


SONETTO


Fava do Amanti una grisonerìa,
    E mi m'hò trovà là co ste persone;
    La Donna giera ben de quelle Done,
    4Che schietta savea dir l'Ave Marìa.

L'hà fatto st'espression de zelosìa;
    Senti fionon de cento buzarone,
    Se mi gavesse insina cento Mone,
    8Una, ch'è una, mi no te la darìa.

Ascoltè, che risposta in quel momento,
    Che lù gà dà con tutta la so Luna;
    11Ve sè ben fatta avara a quel, che sento.

No posso, che incolpar la mia sfortuna,
    Gavè 'na Mona sola, e la dè a cento,
    14E no me ne daressi de cento una?

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Raccolta_universale_delle_opere_di_Giorgio_Baffo_3.djvu/37&oldid=60788"