Pagina:Raccolta universale delle opere di Giorgio Baffo 3.djvu/35

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


SULLO STESSO ARGOMENTO.


SONETTO


Per quell'istessa causa, per la qual
    Le Mone anderà tutte in Paradiso,
    E se starà vardando a viso a viso,
    4Per quella anderà in Cielo ogni Cotal.

Preti, e Frati anca là gà da star mal
    Siben, ch'i gà patìo vestii de griso,
    Perchè 'l soo allora ghe sarà reciso,
    8E buttado nel Baratro infernal.

Le Muneghe anca elle anderà in Cielo,
    Ma tutte senza Mona, perchè mai
    11Le gà dà da magnar al nostro Oselo.

Conseggio donca tutti sti affamai,
    Per goder dopo morte un liogo belo,
    14De fotter, come tanti desperai.

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Raccolta_universale_delle_opere_di_Giorgio_Baffo_3.djvu/35&oldid=60786"