Pagina:Raccolta universale delle opere di Giorgio Baffo 3.djvu/281

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


SULLO STESSO ARGOMENTO.


SONETTO


D'opinion mi sarave francamente,
    Che la materia fusse sempre stada,
    E che gnessun l'avesse mai creada,
    4Se via de quella no se vede gnente.

Concorrerìa anca mi colla mia mente
    All'idea, che no xe fuora de vada,
    Che, se la spezie umana è sta formada,
    8El so fattor no fusse intelligente.

Con Talete sarìa de sentimento,
    Che principio de tutto fusse 'l Mar;
    11O con altri, del Fuogo l'elemento;

Mi quando penso al gusto del sborar,
    Allora digo: Ah che sto godimento
    14Altri, che un Dìo no lo podeva far!

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Raccolta_universale_delle_opere_di_Giorgio_Baffo_3.djvu/281&oldid=60772"