Pagina:Raccolta universale delle opere di Giorgio Baffo 3.djvu/141

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.



Zà ghe n'è da tutti i prezzi
    Per qualcun, che n'hà pochetti,
    Ghe xe quelle del da trenta,
    192Quelle ghè dai do traretti.

Onde, allon, Puttane, attente
    Alla balla per far bezzi,
    Feve dar ben in te i fianchi,
    196Feve trar la Porta in pezzi.

Quest'è 'l tempo più prezioso,
    Vù altri ladri, e borsarioli,
    Per smaltir le vostre prede
    200Gavè pronti i Strazzarioli.

Anca i Oresi gavè pronti
    Capitando l'Anelletto
    De diamanti, o scattolletta
    204De biancume, o Relogietto.

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Raccolta_universale_delle_opere_di_Giorgio_Baffo_3.djvu/141&oldid=64658"