Pagina:Raccolta universale delle opere di Giorgio Baffo 2.djvu/74

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


SIMILE.


SONETTO


De niovo son tornada in quel casin,
    Dove, che v'hò contà quell'istorietta,
    Co l'amigo hà sentìo, che la gò netta,
    4E che giera restada in boccassin,

L'hà scomenzà a basarme da sassin,
    E in man el m'hà chiappà la mia Cocchetta,
    L'hà fatto pò, che in zò la testa metta,
    8E come, ch'i dise, el m'hà chiavà a passin,

Quando hò sentìo, che 'l me l'hà messo drento,
    A trar de Culo mi gò scomenzà,
    11E gò dito con tutto l'ardimento,

Mettilo ancora in Culo, se 'l ghe và,
    Allora in quel busetto el me l'hà spento,
    14E, a dirvela, per Dìo, el m'hà buzarà.

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Raccolta_universale_delle_opere_di_Giorgio_Baffo_2.djvu/74&oldid=60622"