Pagina:Raccolta universale delle opere di Giorgio Baffo 2.djvu/176

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


PER LE RAGAZZE CHE PISSA IN STRADA.


SONETTO


Se qualche putta in strada xe a pissar,
    Mille baroni ghè, che la cogiona,
    Chi ghe dise, sugheve ben la Mona,
    4E chi ghe dise, ve vorrìa chiavar;

E se all'incontro un Omo xe a pissar,
    Chi sarà quella razza buzarona,
    Che vorrà cogionar sta gran persona,
    8Che a tutti quanti el Cazzo stà a mostrar.

Sior nò: solo alle Donne, poffardìo,
    Che gnente mostra s'hà da dar la soggia,
    11E se gà da tettarghe in tel da drìo?

Questo quà xe un proceder, ma da boggia,
    Da baron, da briccon, e da fallìo,
    14E l'è un farghe a ste putte vegnir voggia.

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Raccolta_universale_delle_opere_di_Giorgio_Baffo_2.djvu/176&oldid=60486"