Pagina:Raccolta universale delle opere di Giorgio Baffo 2.djvu/148

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


    Se nò, che da quella Mona,
    30Ch'è stimà da ogni persona.

Perchè mai tante Città
    Xe stà al Mondo fabbricà,
    Tanti lioghi deliziosi,
    Edifizj sì costosi,
    35Che per solo recrear
    Quella Mona singolar,
    Che conserva, e che mantien
    Con onor el Mondo pien,
    Che la causa la xe stà
    40D'ogni gran felicità.

Cosa maì sarìa de nù,
    Se no fusse al Mondo più
    Una cosa tanto bella,
    Ch'innalzar fà la Cappella?

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Raccolta_universale_delle_opere_di_Giorgio_Baffo_2.djvu/148&oldid=64542"