Pagina:Raccolta universale delle opere di Giorgio Baffo 2.djvu/105

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


SULLO STESSO ARGOMENTO


SONETTO


Puttana buzarona! Più no posso
    Darme trastulo alcun, nè alcun solazzo,
    Più no posso chiavar, che hò marzo 'l Cazzo,
    4E colmo appien de mal Francese ogn'osso;

L'Osello gò, come un Somaro, grosso,
    Sulle Potte no voi più far strapazzo,
    In Culo per adesso più no sguazzo,
    8Quando nol fusse largo, come un fosso.

Co quattro porrifighi in la Cappella,
    Co 'na panocchia, e un verde scolamento
    11Me son redotto nell'età più bella.

No voggio più chiavar co sto istromento,
    Hò in Cul la Potta, e hò in Cul chi fà per ella;
    14Zà, che no posso in Potta andar più drento.

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Raccolta_universale_delle_opere_di_Giorgio_Baffo_2.djvu/105&oldid=60442"