Pagina:Raccolta universale delle opere di Giorgio Baffo 1.djvu/88

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


ALLA MEDESIMA


SONETTO


Chi xe questa, che balla in sù la Scena
    Colla fazza coverta con un velo?
    La xe certo cascada zò dal Cielo;
    4Che tanto no puol far cosa terrena.

Co la balla, osservè, da pastorelo,
    Se se puol veder mai cosa più amena,
    Co tanta bona grazia el Cul la mena,
    8Che un Mìo lontan la fà cascar l'oselo.

A far ben comparir le do Nature
    Tanto nel far da Omo, che da Dona,
    11L'hà tiolto molto ben le so misure;

La contenta in sta forma ogni persona
    Mostrando ben col far ste do figure,
    14Che ghè, a chi piase, el Cul, e a chi la Mona.

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Raccolta_universale_delle_opere_di_Giorgio_Baffo_1.djvu/88&oldid=60432"