Pagina:Raccolta universale delle opere di Giorgio Baffo 1.djvu/87

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


SOPRA LA FAMOSA CLEMENTINA


SONETTO


Che bella cosa, se la Clementina,
    Co l'è stada a consegio per Palazzo,
    L'avesse dito là quella mattina,
    4Son quà, chi vuol, che mi ghe mena 'l Cazzo.

Al son de sta campana, oh che rovina,
    Che s'averìa sentido, oh che schiamazzo!
    Mi digo certo, che la poverina
    8Dal gran menar l'averìa perso un brazzo.

Come, se và alla giostra, sti puttazzi
    I sarìa andai a farselo menar,
    11E l'averave visto dei bei Cazzi.

Tutto stà, che gavesse da bastar,
    Perchè messi in lussuria quei ragazzi
    14I l'averìa volesta anca chiavar,

                    E forse buzarar,
    Perchè tutti zà sà, ch'alle Romane
    17El so gusto xe tiorlo in le Roane

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Raccolta_universale_delle_opere_di_Giorgio_Baffo_1.djvu/87&oldid=60431"