Pagina:Raccolta universale delle opere di Giorgio Baffo 1.djvu/79

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.



No ve conto per menuo
    Con chiarezza, e distinzion
    Quel, che dopo è intravegnuo,
    192Ma 'l farò in altra occasion.

Per adesso contenteve
    De sto poco, che v'ho scritto;
    E da Omo regoleve,
    196Nè disè quel, che v'ho ditto,

Perchè ghè certe Persone
    D'un capriccio sì bisbetico,
    Che a parlar de Cazzi, e Mone
    200I ve tiol per un eretico,

E siben, che le se dise
    Trà persone maridae,
    Vedarè certe Marfise
    204A restar scandalizae.

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Raccolta_universale_delle_opere_di_Giorgio_Baffo_1.djvu/79&oldid=64514"