Pagina:Raccolta universale delle opere di Giorgio Baffo 1.djvu/63

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


VARIETÀ DEI GUSTI


SONETTO


Colla Morosa son andà una sera
    In t'un liogo recondito, e secreto
    Per far con libertà quel servizieto,
    4Che fà la nostra contentezza intiera.

L'avemo fatto in più d'una maniera,
    In pìe, sentai, e pò destesi in leto,
    E pò per dar più sfuogo al nostro affeto,
    8Sentì, per Dìo, che ve la conto vera.

Quando, che 'l Sol xe in pesce la figura
    Avemo fatto proprio al natural,
    11E semo messi in quella positura;

Mi la Testa ho puzà sul Cavezzal,
    In bocca ella m'hà messo la Natura,
    14Mi in bocca soa gò messo el mio Cotal.

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Raccolta_universale_delle_opere_di_Giorgio_Baffo_1.djvu/63&oldid=60420"