Pagina:Raccolta universale delle opere di Giorgio Baffo 1.djvu/294

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


GUSTI DEL PENSIERO


SONETTO


Co mi incontro una bella ragazzetta
    Propriamente ghe lasso i occhj addosso;
    Ghe vardo a drìo in fina, che mi posso,
    4E 'l cuor me svola sotto le Carpetta.

Frà de mi digo, oh siestu benedetta!
    Se tel podesse metter sin sull'osso,
    E tegnirghelo in fin, che me desgosso;
    8Mi lasserìa nel Cul, ch'un me lo metta

Intanto col pensier mi me diletto,
    E 'l mando intorno al Culo de sta Dona,
    11E fin dove del Cul la gà el busetto;

El và più avanti, e quando el xe alla Mona,
    E che 'l se trova in mezzo a quel Boschetto,
    14Me sento un brìo, che chiaverìa mia Nona.

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Raccolta_universale_delle_opere_di_Giorgio_Baffo_1.djvu/294&oldid=60394"