Pagina:Raccolta universale delle opere di Giorgio Baffo 1.djvu/293

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


SOGNO DELL'AUTORE


SONETTO


M'hò insognà l'altra notte un gran strambotto
    Che ghe giera una Donna, che pissava,
    Che, come fà una gorna, la buttava,
    4E mi ghe stava colla bocca sotto.

No fava colla testa gnessun motto
    Per bever tutto 'l pisso, che la fava,
    E tanto mi de gusto traccanava
    8Intanto, che la Mona giera el gotto;

Mentre, che ben vardava quella sfesa,
    Che in estasi mi giera dal contento,
    11Pissando la gà tratto una scoresa;

Allora mi hò tremà dal gran spavento,
    E alzandome per metterme in defesa,
    14De posta in Mona gò dà el muso drento.

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Raccolta_universale_delle_opere_di_Giorgio_Baffo_1.djvu/293&oldid=60393"