Pagina:Raccolta universale delle opere di Giorgio Baffo 1.djvu/262

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


L'AUTOR VA IN TRAZZA DEI CULI GRANDI.


SONETTO


Solo, e pensoso notte, e dì zirando
    Vago per la Città, nò per onori,
    Nò per cattar amici, nè tesori,
    4Ma solo per trovar un Culo grando;

Co l'hò trovà vado quà, e là saltando
    Dall'allegrezza, come i Cazzadori,
    Quando i hà visto d'un bosco trà i orrori
    8De poder far un colpo memorando.

Credo, ch'abbia un gran gusto un combattente,
    Co l'hà trionfà della nemiga armada,
    11Cussì 'l Pilotto, ch'abbia bravamente

La vita soa dal fiero Mar salvada;
    Ma sti gusti no credo hà da far gnente
    14Col gusto d'una bona buzarada.

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Raccolta_universale_delle_opere_di_Giorgio_Baffo_1.djvu/262&oldid=60377"