Pagina:Raccolta universale delle opere di Giorgio Baffo 1.djvu/218

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.



Chi quella canzon
    No intende è un cogion,
    L'è voggia del Cazzo,
    48Vuol dir in volgar,

Se una sospira,
    E che se destira,
    Nè i occhj da dosso
    52Ve sà mai levar,

Podè star con fede,
    Che in essa se vede,
    Vorrave l'amiga
    56L'Osello chiappar,

Se a quella, che amè,
    El Cazzo vù mostrè,
    E che la stà salda,
    60Co la puol scampar,

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Raccolta_universale_delle_opere_di_Giorgio_Baffo_1.djvu/218&oldid=64431"