Pagina:Raccolta universale delle opere di Giorgio Baffo 1.djvu/193

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


NON TROVA GUSTO SENZA LA DONNA


SONETTO


De no poder mai goder mi me lagno;
    Se nò quando, che son co qualche Dona,
    Senza questa gnessuna me par bona,
    4Nè altra cosa me dà gusto compagno.

Me par de no aver fatto guadagno
    Quel zorno, che no tocco qualche Mona;
    E co all'Osto no ghè una buzarona
    8Mi godo tanto, quanto gode un scagno.

Tutto me stuffa, in tutto trovo guai,
    La Musica me secca, e la Poesìa,
    11Ma della Mona no me stuffo mai.

Cos'è sta cosa? O l'è una malattìa,
    O l'è un castigo per i me peccai,
    14O mi l'intendo più de chi se sìa.

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Raccolta_universale_delle_opere_di_Giorgio_Baffo_1.djvu/193&oldid=60335"