Pagina:Raccolta universale delle opere di Giorgio Baffo 1.djvu/186

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.



E pò se sà con tutto el so umoretto,
    Che tutte le l'hà tiolto anca in culetto,
                    33E per farse concetto

Le dise, che le gà el Prencipe tal,
    Che in Roma le gaveva un Gardenal
                    36Co tanto de cotal,

Che le xe stae a Bologna, e che le hà fato
    Dal gran amor quasi deventar mato
                    39Sin l'istesso legato.

No se sente, che borie, e margiassae,
    In credenza le fà mille bullae,
                    42Che siele buzarae;

E tutto questo per portarse avanti,
    E per cavarghe a sti so cari amanti
                    45Tutti quanti i contanti,

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Raccolta_universale_delle_opere_di_Giorgio_Baffo_1.djvu/186&oldid=64415"