Pagina:Raccolta universale delle opere di Giorgio Baffo 1.djvu/161

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


QUAL SIA LA DONNA BUZARONA


SONETTO


Quella Donna, che mai se fà chiavar,
    Provo, che no la xe una Donna onesta;
    Dirà qualcun, che buzara xe questa?
    4Sentì mo, come che lo voi provar.

La Natura no puol certo crear
    Per quanto, che la fazza sù alla presta,
    Una Donna de un cuor, e d'una testa,
    8Che no gabbia mai voggia de sborar.

Ciò supposto, mi digo, e con rason,
    Che, chi sempre ai so stimoli s'oppone,
    11Lù fà contro Natura in conclusion;

E se al dito de tutte le persone,
    Chi fà contro Natura è un buzaron,
    14Ergo le Donne oneste è buzarone.

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Raccolta_universale_delle_opere_di_Giorgio_Baffo_1.djvu/161&oldid=60310"