Pagina:Raccolta universale delle opere di Giorgio Baffo 1.djvu/105

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.



Ma, che i diga, che la sìa
    Una scempia, una marmotta;
    Mi me basta, sì per Dìa,
    208Che gnessun no me la fotta.

Da chi è vecchio, che la sticca
    La farò accompagnar,
    Che se quello ghe la licca,
    212Altro alfin nol ghe puol far.

Se cussì me la trovè,
    Mi ve zuro da Cristian,
    Che co all'ordine la xè,
    216Mi la sposo anca daman,

Se cussì podè trovarla,
    E a sti patti la ghe stà,
    Mi m'impegno de sposarla
    220Colla Dotte, che la gà.