Pagina:Raccolta di poesie in dialetto veneziano 1845.djvu/512

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


CORREZIONI E GIUNTE


TRATTE DA UN CODICE DEL SECOLO XIV ALLE QUARTINE IN LODE DI VENEZIA.


Pag. 4. tra la nota 30, e 31. Muglia e Parenzo (invece di Parenzo Puola).
—— tra la nota 38 e 39. Vini formenti e grassa ivi si atrova (invece di vino e oglio assai.
Devizia (corr.) Di ciò.
Pag. 5 tra la nota 48 e 49. Samassa (correggi) famosa.
zuste (correggi) dolze
possa (correggi) posto
tore tante (correggi) terre tante
—— tra la nota 49 e 50. sopra el monte (correggi) verso la fronte.
—— tra la nota 50 e 51. Quero e Castelnovo
Pag. 6. alla nota 54. Diavolo fradi mo chiar baron.
—— tra la nota 69 e 60. Loredo appresso el suo (correggi) Io vedo appresso el Po.
—— tra la nota 62 e 63. Saraxini (correggi) Suriani.
Pag. 7 tra la nota 67 e 68. Invece del verso: De grano e grassa e Murlachi ancora si legga: Di caxo e grassa e vedo Puglia ancora
—— tra la nota 68 e 69. ponte (correggi) ponto.
—— tra la nota 71 e 72. e go da late (correggi) e goate
—— ivi Trovi luzi e tenche e moleche e chiepe.
Pag. 8 tra la nota 77 e 78. Costoro de grano (leggi) questi e de lana
—— ivi munizione (leggi) condizione
—— tra la nota 80 e l'81. Beledi Mechin (leggi) meledi e mechi.
Pag. 9. tra la nota 82 e l'83. Lombardischi (leggi) Franceschi e Todischi (leggi) Todeschi.
—— tra la nota 83 e l'84. vero (correggi) chiaro.
—— ivi el povero (leggi) el populo
—— alla nota 86. el ne recaduto i Bixi (leggi) che chiamiti e Bixi
Pag. 10. tra la nola 86 e l'87. El re de Franza ec. Nel Codice si legge invece.

               El re Inghilterra con lo re di Castilia
          Non e za meravilia
          El re di Navara e quel di Portogallo
               El re di Franza za niun fa più stalo
          E quel di Spagna ancora quel di Polana
          E con la mente sana....,

—— ivi dopo il verso: Dogni Cita che regna in Cristianesmo, vi si aggiunga l'altro: In el santo batesmo.
—— ivi alla nota 87. Si legge nel Codice così:

               Mille corando adi sedexe mazo
          Con ani quattrozento e ventisette aprovo
          Io Michaele atrovo
          Compito questo cantare novo.

Finis.
Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Raccolta_di_poesie_in_dialetto_veneziano_1845.djvu/512&oldid=59552"