Pagina:Pronostici e versi di Camillo Nalin 3.djvu/313

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


E Tisifone e Aleto,
Aciò nela maniera
75A sto vasto sogeto
Confacente,
In t'un modo eloquente,
E con un quadro vero,
Mi possa al mondo intiero
80Far palese
Co del profito assae
De ste teste scaldae
Le ardite imprese;
Che me vegna davanti
85E fade e negromanti,
Orchi, foleti,
E spiriti maligni e maledeti,
Che sconti nele grote
Tuto el zorno
90Solamente la note
I zira atorno
Con pratiche barone
A insolentar le done;
Che vegna coi so corni Fe[illeggibile]
95Satana, Radamanto, Belzebù,
E tutiquanti i diavoli, i serpenti,
Che nel profondo abisso de l'inferno
Inasprisce i tormenti
De chi ze là in eterno
100Condanai,

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Pronostici_e_versi_di_Camillo_Nalin_3.djvu/313&oldid=64324"