Pagina:Pronostici e versi di Camillo Nalin 3.djvu/282

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


Bocai pieni de vin,
Che crescer fa el morbin
De quela udienza.

Se vede le rochete
580Andar alte che mai,
Se sente i scarcavai
Che par saete:
Gh'è bali, ghe ze canti
In più de qualche corte,
585E nei siti importanti
Orchestre d'ogni sorte
De strumenti,
Sonai dai più valenti Professori;
Tamburi in quantità,
590Perchè i fava furori
Anca per el passà,
Trombete a bataglion,
Che sempre in ste ocasion
Vien impiegae,
595Violini, viole e corni,
Che i gera in uso assae
Sin da quei zorni,
Ma che in ancuo ze a basa,
Precisamente come ze 'l subioto,
600Che se sona deboto
In ogni casa.

Sora le fondamente